Monte dei Paschi ancora nella bufera

Non c’è pace per l’Istituto bancario di Siena: il piano non convince, gli investitori sono disorientati e dubbiosi. Esiste un concreto rischio di attivazione del Bail in. Molti degli investitori di Mps sono incerti sul da farsi, convertire i Bond in azioni oppure no?

In entrambi i casi esistono dei rischi non da poco: se si convertono i Bond in azioni e successivamente la cosa si rivela insufficiente, si perde parecchio capitale, se si tengono i Bond e l’operazione di ricapitalizzazione fallisce, si va inevitabilmente al Bail in e si perde capitale. In termini statistici la perdita di capitale da parte degli investitori è molto alta, in entrambi i casi è una scommessa, un gioco d’azzardo.

Intanto il piano di Mps è visto talmente male che i risultati in borsa sono a dir poco drammatici, con perdite oltre il 13%. In verità le banche in generale sono in condizione di debolezza con tendenza al ribasso, in alcuni casi anche molto forte. Non aiuta il quadro politico interno e estero, con autorevoli quotidiani finanziari che ritengono fortemente a rischio molte banche italiane, a prescindere dal risultato referendario. Il settore bancario trascina al ribasso la Borsa milanese e i segnali complessivi per l’economia italiana non sono affatto buoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *