Dicembre chiude l’anno fiscale con la sua ondata di tasse

Gli italiani non sono ancora riusciti a digerire le tasse che vanno in scadenza domani 30 novembre che già si presenta un’altra ondata di scadenze fiscali per il mese di dicembre. Con quest’ultima ondata del 2016 si chiude l’anno fiscale. I contribuenti riceveranno dallo Stato il regalo del pagamento di Tasi, Imu e IVA che, insieme alle bollette, bollo, assicurazione e rate di prestiti, eroderanno pesantemente le tredicesime, lasciando disponibile soltanto un 14,6% di quanto verrà percepito come gratifica natalizia.

Gli italiani resteranno con poco in mano per fare regali, organizzare pranzi adeguati in famiglia o farsi una vacanza. Molti altri saranno ancora più in difficoltà poiché molte aziende, strozzate dagli impegni fiscali e la stretta al credito, non saranno in grado di pagare le tredicesime ai propri dipendenti. Si stime che il 70% delle aziende avrà questo tipo di difficoltà. L’invito pressante di moti politici a spendere, far ripartire l’economia e i consumi appare ancora di più un drammatico distacco tra politica e condizioni di vita di tanti cittadini.

Non può mancare un pensiero per tutti i nostri concittadini che vivono in condizioni precarie, con cibo insufficiente e senza potersi scaldare. La loro triste vita non importa molto ai nostri governanti, troppo impegnati in arzigogoli mentali o a pensare a fornire 35 Euro al giorno per ciascun clandestino di cui molti vivono tranquilli, al caldo, ben alimentati in Hotel. Che contrasto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *